fbpx
Home RicettePortataAntipasti Fiadoni molisani con formaggio e noce moscata

Fiadoni molisani con formaggio e noce moscata

by Elena

detti anche Piconi all’Ascolana

Se questo è un nuovo - Fiadoni

I fiadoni sono stati parte della mia adolescenza. Quando vivevo in Puglia infatti, il mio papà prendeva sempre questi meravigliosi fagottini. Li comprava nella vicina Termoli (Molise) dove spesso andavamo al mare.

La caratteristica dei fiadoni

La loro peculiarità sta nel fatto che in cottura scoppiano letteralmente lasciando uscire il formaggio.
È una goduria assoluta, credetemi!
Il ripieno infatti è fatto con diversi formaggi grattugiati tra cui alcuni locali. Ovviamente qui a Milano non sono riuscita a recuperarli, però posso assicurarvi che sono ottimi anche con altri formaggi più semplici da reperire.
Se questo è un nuovo - Fiadone in primo piano

I fiadoni non sono solo molisani

Dopo anni di assaggi per capire quale fosse il posto in cui li facevano meglio, ho scoperto una cosa: i fiadoni non erano solo molisani. La tradizione infatti, si estende anche oltre i confini della regione, passando per l’Abruzzo e le Marche. Ovviamente il nome cambia, così come il ripieno. In Abruzzo infatti spesso oltre al formaggio troviamo anche dei salumi.
Qualunque sia l’origine e il ripieno, sappiate che sono buoni da morire!
Se questo è un nuovo - Fiadoni da mordere

Quando mangiarli?

Secondo me i fiadoni sono ideali come aperitivo ma al tempo stesso se penso alle occasioni di consumo mi vengono in mente le più svariate.
Li ho mangiati in spiaggia come spuntino piuttosto che a pranzo come alternativa al pane.
Accompagnati da un bel tagliere di salumi e verdure grigliate sono proprio il top!
Se li mangiate a pranzo, vi consiglio anche un buon bicchiere di vino rosso, un po’ corposo…il sapore dei formaggi verrà esaltato e ne apprezzerete ancora di più il retrogusto di noce moscata.
Se questo è un nuovo - RIpieno del Fiadone
Eh si, perché a rendere profumatissimi questi fagottini è la noce moscata che io amo con i formaggi.
Se non amate questa spezia, nessun problema: usate solo un po’ di pepe. Saranno ottimi comunque.
 
Se proverete a fare i fiadoni seguendo la mia ricetta, ricordate di postare una foto su Instagram e taggare @sequestoeunuovo !

Fiadoni molisani con formaggio e noce moscata

Stampa ricetta
Porzioni: 6 Tempi di preparazione: Tempo di cottura:
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • IMPASTO
  • 200 gr farina 0
  • 100 gr burro
  • 2 uova
  • RIPIENO
  • 1 uovo
  • 100 gr pecorino romano grattugiato
  • 100 gr parmigiano reggiano grattugiato
  • pepe e noce moscata secondo i propi gusti
  • uovo per spennellare

Istruzioni

In una ciotola, unite i formaggi grattugiati, un uovo, il pepe e la noce moscata e amalgamate bene gli ingredienti tra loro.

Coprite e lasciate riposare in frigo per circa 30' affinché le uova facciano fermentare i formaggi.

Tagliate il burro a cubetti e tenetelo a temperatura ambiente per circa 30 minuti.

Su un piano, create una fontana con la farina e al centro rompete 2 uova.

Aggiungete i cubetti di burro e impastate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto elastico e asciutto.

Tenete l’impasto a riposo per 15 minuti, dopodiché stendetelo con l’aiuto di un mattarello.

Tirate fuori dal frigo il composto di formaggi e disponetelo, a intervalli regolari, lungo un lato della sfoglia.

Ripiegate l’altro lato sopra quest’ultimo e pressate bene i bordi dopo averli bagnati con dell’acqua.

Con un taglia pasta, ritagliate delle mezzelune e incidete una croce sopra affinché il formaggio fuoriesca in fase di cottura.

Spennellate con dell’uovo sbattuto e infornate a 180° per 30 minuti circa fino a completa doratura.

Lasciate raffreddare e poi servite.

Se questo è un nuovo - Vi offro i miei Fiadoni
Se volete un’altra idea sfiziosa per l’aperitivo, provate i quadrucci al radicchio

Leave a Comment