18 maggio 2015

Barrette ai semi e frutta secca

Barrette ai semi e frutta secca

Barrette ai semi e frutta secca

Iniziamo la settimana con una ricetta che vi darà sicuramente la giusta carica per affrontare al meglio il lunedì: le barrette di frutta secca. Io amo molto questa ricetta perché innanzitutto mi da l'opportunità di scegliere i semi e la frutta secca che voglio, e poi perché posso tagliarle in piccoli rettangolini o grosse barrette a seconda del bisogno di energia che ho. La frutta secca fa molto bene per gli oli che contiene, ma bisogna stare attenti a non abusarne. Inoltre l'utilizzo del miele e dei datteri fanno si che questa ricetta sia ricca di zuccheri, quindi cercate di consumarle al mattino oppure prima di fare sport, in maniera da poter poi "bruciare" le calorie con la vostra attività. Io ho utilizzato il Mielbio di Castagno Rigoni di Asiago perché le mie barrette fossero più aromatiche e profumate.
Ecco come le ho preparate:

Soundtrack: Charlie Winston - Lately

Se questo è un uovo - Barrette di semi e frutta secca
Ingredienti:
6 mandorle
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiai di semi di zucca
3 cucchiai di miglio soffiato
2 cucchiai di fiocchi d'avena
4 datteri denocciolati
2 cucchiai di Mielbio Castagno Rigoni di Asiago

In una leccarda foderata con carta forno disponete le mandorle, i semi di zucca e i pinoli. Mettetela in forno caldo e fate tostare per 10 minuti a 180°C, dopodiché tirateli fuori e lasciate raffreddare completamente.
In un mixer mettete i datteri e frullateli fino ad ottenere una sorta di purea. In una ciotola versate la frutta secca e i semi che avete tostato in forno, aggiungete l'avena, il miglio, il composto di datteri e il miele. Amalgamate tutto perfettamente e, sulla stessa leccarda foderata che avete usato per tostare i semi, stendete l'impasto delle vostre barrette in modo uniforme. Coprite con un altro foglio di carta forno, riponete in frigo per una notte e il giorno dopo tagliate a seconda delle vostre esigenze in quadratini o rettangolini di diverse misure. Buona giornata!
Se questo è un uovo - Barrette di semi e frutta secca
Se questo è un uovo - Barrette di semi e frutta secca




5 maggio 2015

Grissini all'olio extravergine, rosmarino e lievito madre

Grissini all'olio extravergine, rosmarino e lievito madre

Grissini all'olio extravergine, rosmarino e lievito madre

Eccomi qui dopo un lungo periodo di (apparente) silenzio, si perché in realtà sono stata comunque "attiva" su altri canali social come Instagram e Facebook. A volte però, sembra andare tutto talmente di corsa che è impossibile riuscire a programmare un post: studio della ricetta, preparazione, scatti pubblicazione e stesura del testo. Però oggi ce l'ho fatta e vi propongo una ricetta semplice ma che, vi garantisco, verrà letteralmente spazzolata via dalle vostre tavole. Inoltre vi darà un sacco di soddisfazione prepararli con le vostre mani visto che i grissini siamo abituati a comprarli; adesso invece, possiamo farceli tranquillamente a casa scegliendo le farine e le spezie che più ci piacciono. La mia ricetta prevede l'uso del lievito madre, ma vi do anche l'alternativa con il lievito di birra. Ecco a voi i miei grissini.

Soundtrack: Hindi Zahra - Stand Up
Se questo è un uovo - Grissini

Ingredienti:
150 gr di lievito madre / 1 cubetto lievito di birra
1/3 bicchiere di acqua tiepida
30 gr olio extravergine di oliva
75gr farina 0
30 gr di semola di grano duro (+ quella per stendere la pasta)
un cucchiaino di sale
un pugno di rosmarino essiccato

Sciogliete il lievito nell'acqua. Disponete la farina e la semola sul piano di lavoro e create la fontana. Versate al centro il lievito sciolto e l'olio e impastate per almeno 5 minuti. A questo punto aggiungete il sale e lavorate per altri cinque fino ad ottenere un impasto elastico e asciutto.
Lasciate riposare in una ciotola coperta da pellicola per 30minuti.
Aggiungete il rosmarino sminuzzato e lavorate affinché sia ben distribuito nell'impasto.
A questo punto stendete con le mani la pasta sul piano di lavoro e ripiegate le estremità verso l'interno. Stendetela nuovamente e ripetete questa operazione per 4 volte.
Riponete la pasta stesa tra due fogli di pellicola unti con un po' di olio e lasciate riposare per 4 ore circa.
Trascorso questo tempo mettete della semola sul piano, tagliate l'impasto una strisciolina per volta e passandola nella semola cercate si stenderla dal centro alle estremità allungandola il più possibile senza farla rompere.
Disponete i grissini su una leccarda foderata da carta forno. 
Cuocete in forno pre riscaldato a 180°. I tempi di cottura sono variabili a seconda di quanto sottili avete fatto i vostri grissini, perciò quando li vedete ben dorati, tirateli fuori dal forno e fateli raffreddare prima di servirli. Questi grissini restano croccanti per almeno 3/4 giorni se conservati in una bustina di cellophane. 

Se questo è un uovo - Grissini
Se questo è un uovo - Grissini




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...